Seguici su

Numero di visite: 4266

Cultura e Spettacolo

17 Giugno 2021

Summer School “Difficult Heritage” 2021: Open Call alla cittadinanza

CITTÀ DI CARLENTINI

 

Difficult Heritage – Summer School 2021

Borgo Rizza | 30 agosto – 8 settembre 2021

 

Royal Institute of Art di Stoccolma (Svezia)
University of Basel (Svizzera)

 

“Difficult Eritage” è la Summer School 2021 organizzata dalla Royal Institute of Art di Stoccolma e della University of Basel, in collaborazione col Comune di Carlentini, che si terrà presso Borgo Rizza dal 30 agosto all’8 settembre 2021.

 

COS’È “DIFFICULT HERITAGE” SUMMER SCHOOL

La Summer School, una scuola estiva, offre un programma di pedagogia sperimentale e di studi urbani applicati a pratiche di conservazione critica del patrimonio architettonico modernista e razionalista prodotto in Italia negli anni della dittatura fascista.

Nella sua prima manifestazione in programma per settembre 2021, la Summer School intende concentrarsi sulla difficult heritage, il patrimonio difficile, dei borghi rurali costruiti dall’Ente di Colonizzazione del Latifondo Siciliano negli anni 1939-43.

La storia e il recente restauro dell’area del borgo e dell’edificio sede dell’Ente di Colonizzazione di Borgo Rizza, fanno di esso il luogo ideale per lo svolgimento di un corso estivo. Questo contesto offre un’occasione unica per riscoprire e rinarrare la storia del borgo, e per stabilire nuove collaborazioni e progetti di carattere artistico, architettonico, urbanistico per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale siciliano e dell’ambiente che lo circonda.

 

CONCEPT

L’idea principale che ispira l’allestimento degli spazi del borgo per l’edizione pilota della Summer School è quella del riciclo e riuso.
Riuso di spazi un tempo destinati ad altro e riuso di arredi dismessi o non più utili che la comunità di Carlentini è invitata a donare al progetto Difficult Heritage Summer School.

La performance prevede l’arredo dei locali restaurati e l’allestimento degli spazi esterni, riutilizzando mobili in disuso, donati o smaltiti dalle utenze del territorio comunale, senza spreco di nuove risorse, favorendo la riduzione di rifiuti e di inquinamento, proteggendo l’ambiente e salvaguardando il nostro pianeta.

L’Amministrazione Comunale sostiene l’iniziativa, mettendo a disposizione le proprie risorse, quali locali, utenze, automezzi e personale dipendente, per facilitare l’organizzazione e la logistica delle attività e degli eventi, in linea con le risorse del Comune (anche a mezzo volontari e sponsorizzazioni private).

 

APPELLO ALLA CITTADINANZA

I privati e le imprese interessati alla valorizzazione del Borgo Rizza, possono contribuire donando i mobili in disuso e/o da smaltire, quali: tavoli, scrivanie, sedie, poltrone, divani, librerie, credenze, dispense, scaffali, frigoriferi, attaccapanni, lampade, tappeti, ecc., da utilizzare per arredare i locali restaurati.

 

Chi vuole donare o liberarsi di mobili in disuso, in buone condizioni, facilmente recuperabili e/o riutilizzabili può contattare l’ufficio ecologia ai seguenti numeri 095 7858260/258/239.

 

L’Ufficio Ecologia, in collaborazione con la Progitec srl, si occuperà del ritiro e trasporto dei mobili selezionati, mentre i mobili non riutilizzabili saranno conferiti nei centri di smaltimento autorizzati per essere riciclati.

Successivamente, tutti i mobili riutilizzati per arredare i locali e ridare una nuova vita all’antico Borgo potranno essere visitati e ammirati in esposizione permanente.

 

 

 

Summer School “Difficult Heritage” 2021: Open Call alla cittadinanza
torna all'inizio del contenuto