Seguici su

Numero di visite: 344

Attività produttive

1 Gennaio 2023

Caro energia: aiuto temporaneo eccezionale alle imprese agricole e di trasformazione/commercializzazione di prodotti agricoli

CITTÀ DI CARLENTINI

 

REGIONE SICILIANA
Assessorato Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea
DIPARTIMENTO DELL’AGRICOLTURA

 

AVVISO PUBBLICO

“AIUTO TEMPORANEO ECCEZIONALE PER IL CARO ENERGIA ALLE IMPRESE AGRICOLE E ALLE IMPRESE DI TRASFORMAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTI AGRICOLI PARTICOLARMENTE COLPITI DALLA CRISI DEL CONFLITTO RUSSO-UCRAINO”

 

 

Obiettivi
Tutta la filiera dell’agricoltura a partire dalle campagne è stata duramente colpita nel corso del 2022 da un “aumento dei costi di produzione” e a lavorare in una condizione di reddito negativo per effetto dei rincari.
Si registrano aumenti dei costi che vanno dal +170% dei concimi al +90% dei mangimi al +129% per il gasolio.
La forte domanda commerciale e l’aumento dei prezzi dell’energia hanno portato a un aumento dei costi di trasporto e si sono aggiunti ai problemi della catena di approvvigionamento, con ripercussioni che non sono solamente legate a “tariffe di trasporto più elevate”, ma che si estendono anche alle conseguenze dei ritardi nelle forniture commerciali, come nel caso delle spedizioni di chip per computer e parti di macchine, che minacciano “la capacità degli agricoltori di mantenere e far funzionare le attrezzature di produzione”.
In merito all’incremento dei costi, il documento CREA – Consiglio per la Ricerca ed Economia in Agricoltura “Agroalimentare e guerra: gli effetti sui costi e sui risultati economici delle aziende agricole italiane” elaborato sulla base dei dati aziendali rilevati dalla rete RICA (Rete d’Informazione Contabile Agricola) attesta un aumento del costo medio nazionale di oltre il 54 per cento con la previsione di stima che prevede su base nazionale un reddito netto negativo.

 

 

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria sarà destinata per il 50% alle imprese agricole e per il 50% alle imprese di trasformazione e commercializzazione ed è collegata alle Deliberazioni della Giunta regionale n. 561 e n. 563 del 2 dicembre 2022 relativamente alla procedura di riprogrammazione delle risorse.

 

Beneficiari
Gli aiuti di cui al presente avviso possono essere concessi alle imprese colpite dalla crisi conseguente al conflitto russo-ucraino:
-Imprese attive nella produzione primaria di prodotti agricoli;
-Imprese attive nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Il prodotto della trasformazione può essere anche un prodotto agroalimentare non agricolo (fuori allegato I del TFUE).

 

Requisiti e ammissibilità

I beneficiari devono essere in possesso alla data di presentazione della domanda delle seguenti condizioni di ammissibilità:
a)essere imprese attive nella produzione primaria di prodotti agricoli oppure imprese attive nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
b)essere iscritti al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA), fatte salve le condizioni di esenzione dall’obbligo di iscrizione in base alla vigente normativa di riferimento;
c)avere la sede operativa in Sicilia;
d)avere, per le imprese agricole, il fascicolo aziendale SIAN, aggiornato e validato nell’anno 2022 e, solo per la “linea A” del presente avviso, iscrizione nel portale QUADRIFOGLIO con assegnazione del carburante per l’anno 2022 tramite il Sistema UMA Sicilia;
e)essere in regola con la certificazione antimafia, ai sensi dell’art. 91, comma 1 lettera b) del D.Lgs. 159/2011 e ss.mm.ii.
Ogni eventuale modifica o variazione dei requisiti, intervenuta dopo la presentazione dell’istanza, deve essere tempestivamente comunicata per le eventuali verifiche e valutazioni.

Gli aiuti a norma del presente avviso non sono concessi a imprese soggette alle sanzioni adottate dall’UE di cui alla sezione 1.4 della Comunicazione C(2022) 7945 final del 28 ottobre 2022, tra cui, ma non solo:
a) persone, entità o organismi specificamente indicati negli atti giuridici che impongono tali sanzioni;
b) imprese possedute o controllate da persone, entità o organismi oggetto delle sanzioni adottate dall’UE; oppure
c) imprese che operano nel settore industriale oggetto delle sanzioni adottate dall’UE in quanto l’aiuto potrebbe pregiudicare gli obiettivi delle sanzioni in questione.
Gli aiuti possono essere concessi alle imprese in difficoltà.
Il mancato possesso di uno dei suddetti requisiti porta all’esclusione della domanda.

 

 

Intensità dell’aiuto
Gli interventi di aiuto sono finalizzati a compensare “la differenza tra il costo energetico 2022 e il costo energetico 2021”.
Linea A) Imprese attive nella produzione primaria
Aiuto forfetario per ogni litro di carburante agricolo prelevato, fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascuna impresa.
L’aiuto da concedere sarà commisurato ai prelievi di carburante effettuati nell’anno 2022. Il quantitativo di carburante prelevato sarà acquisito tramite il sistema informativo “UMA Sicilia” (Piattaforma “Quadrifoglio”).
Linea B) Imprese attive nella trasformazione e commercializzazione
Aiuto forfetario calcolato sulla base della “differenza tra il costo dell’energia (elettrica e gas) nell’anno solare 2022 e il costo nell’anno solare 2021” fino ad un massimo di 100.000 euro per ciascuna impresa.

L’entità dell’aiuto sarà definita in relazione alle richieste ammissibili, rispetto alla dotazione finanziaria disponibile.

 

Presentazione domande
Il richiedente dovrà compilare la scheda di adesione tramite il form pubblicato nella sezione “Aiuti di Stato” del sito web istituzionale del Dipartimento regionale Agricoltura (https://www.regione.sicilia.it/istituzioni/regione/strutture-regionali/assessorato-agricoltura-sviluppo-rurale-pesca-mediterranea/dipartimento-agricoltura/aiuti-stato) e presentare la domanda di aiuto (Allegato 1 per la Linea A) e (Allegato 2 per la Linea B) riportante i dati e le informazioni sulle condizioni di accesso previste dal presente avviso.
Le domande, compilate secondo i modelli pubblicati nel suddetto sito e formalmente sottoscritte, dovranno essere trasmesse all’Ispettorato Provinciale dell’Agricoltura competente per territorio, entro il 15/02/2023, specificando all’oggetto “AIUTI PER IL CARO ENERGIA”.
Si rappresenta che le dichiarazioni rilasciate ai sensi e per gli effetti del DPR 445/2000 devono essere complete di documento di riconoscimento in corso di validità del dichiarante.
Saranno ritenute ricevibili esclusivamente le domande sottoscritte nell’originale e trasmesse, allegando fotocopia del documento di identità.
Saranno dichiarate irricevibili le domande compilate in modo difforme da quanto previsto e quelle mancanti della documentazione richiesta.
Il beneficiario deve indicare in domanda un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido per le comunicazioni inerenti all’operazione.
Il beneficiario può presentare una sola domanda a valere su ciascuna linea del presente avviso.

 

 

Documentazione da allegare alla domanda di aiuto
La domanda di aiuto deve essere completa dei seguenti allegati:
Linea A) Imprese attive nella produzione primaria
a)documento di identità del sottoscrittore in corso di validità.
Linea B) Imprese attive nella trasformazione e commercializzazione
a)documento di identità del sottoscrittore in corso di validità;
b)perizia asseverata del commercialista/ragioniere o altro professionista abilitato redatta secondo il modello Allegato 3.

 

Info e dettagli nell’allegato.

 

Caro energia: aiuto temporaneo eccezionale alle imprese agricole e di trasformazione/commercializzazione di prodotti agricoli
torna all'inizio del contenuto